12 02

Che siano serramenti in alluminio o qualsiasi altro tipo, scopri come fare

Come tanti altri prodotti, anche i serramenti in alluminio o pvc vanno incontro, con il trascorrere del tempo, a problemi di usura. In simili casi occorre contattare un tecnico specializzato per la manutenzione o, quando le condizioni sono ormai irrecuperabili, pensare ad una sostituzione.

Gli infissi in cattivo stato, infatti, costituiscono un rischio per la sicurezza, oltre a ridurre i livelli di comfort dell’abitazione. Una finestra in alluminio danneggiata, ad esempio, lascia passare il freddo e l’umidità, ma soprattutto può bloccarsi improvvisamente, causando non pochi disagi.

Per evitare spiacevoli situazioni, dunque, è bene monitorare le condizioni di tutti i serramenti in allumino o pvc  ed intervenire rapidamente, qualora dovessero verificarsi dei problemi. Ma come riconoscere gli infissi usurati? Se non siete esperti del settore, ecco qualche dritta per voi!

Il test della carta e dell’accendino


Per individuare rapidamente i serramenti che non fanno più il loro dovere, e dunque necessitano di essere sostituiti prima possibile, ecco a voi il test della carta e dell’accendino.

La prima fase consiste nell’infilare un foglio di carta (va bene anche la pagina di una rivista o di un quaderno) tra il telaio mobile e quello fisso. Se, una volta chiusa la porta (o la finestra), riuscite a sfilare la carta senza che si strappi, è evidente che tenuta e aderenza non sono più sufficienti.

Per rendere il test ancora più accurato, prendete un accendino e avvicinatelo alle guarnizioni.

Se non vi sono altre fonti d’aria corrente e notate che la fiamma oscilla, ciò significa che la finestra non è in grado di schermare il vento proveniente dall’esterno. Pertanto, va sostituita rapidamente.

Segni di usura? Chiamate un tecnico!

Se i vostri serramenti in pvc o alluminio dovessero ‘passare l’esame’, ma il loro aspetto esteriore non vi convince (ad esempio, se notate vernice scrostata, avvertite dei cigolii insoliti o avete difficoltà ad aprire e chiudere le ante), la migliore decisione che possiate prendere è chiamare un tecnico.

Soltanto un professionista esperto, infatti, potrà valutare nel dettaglio le condizioni dei vostri infissi e consigliarvi di ripararli o, al contrario, sostituirli con nuovi prodotti.
 

Perché sostituire i serramenti in alluminio?


Una casa con porte e finestre  in buono stato è, senza dubbio, più confortevole, ma soprattutto più sicura. Se avete rilevato qualcosa di strano nei vostri serramenti, pertanto, non perdete tempo e contattate una ditta specializzata per cambiarli con prodotti nuovi di zecca.

Ecco, infatti, tre ottimi motivi per sostituire i vecchi serramenti:

    • Sicurezza → Scegliere degli infissi nuovi e performanti significa correre un minore rischio di effrazioni e furti in casa. Potrete, inoltre, optare per dei serramenti blindati di sicurezza.
    • Comfort e risparmio energetico → I serramenti, con il passare degli anni, perdono la loro capacità di isolare termicamente (e acusticamente) la casa. Al contrario, sostituendoli con nuovi prodotti, aumenterete i livelli di comfort e risparmierete sulla climatizzazione.
    • Ecobonus → Se scegliete di cambiare i vostri serramenti in alluminio o pcv, durante tutto il 2020 potrete usufruire di comode agevolazioni. Una di queste è chiamata Ecobonus e consiste in una detrazione fiscale del 50% per l’acquisto di infissi isolanti per la vostra abitazione.